Scritto da & Categoria Vini.

La Doc Colli di Faenza (Decreto 04/08/1997 – G.U. 02/09/1997) fu richiesta per valorizzare quelle aree collinari particolarmente vocate alla coltivazione della vite, con vigneti ubicati ad un’altitudine di 50/350 mt. s.l.m dove terreno, clima ed esposizione offrono un patrimonio importante per una produzione di qualità. Qui attenti viticoltori hanno riconvertito e reimpiantato vigneti seguendo tecniche adeguate e al fianco dei tradizionali vitigni trebbiano, albana e sangiovese sono stati improntati vitigni internazionali quali chardonnay, sauvignon, pinot bianco, merlot, cabernet sauvignon, shirah, che hanno contribuito ad elevare la qualità senza stravolgere l’identità dei vini di questa zona