Scritto da & Categoria Eventi.

imperiituroSulle tracce di un sogno lungo oltre 1200 anni.
Ravenna partecipa al progetto CEC (Cradles of European Culture), frutto di una Europa che ripercorre le tappe culturali della sua nascita, dal medioevo post-carolingio degli Ottoni al crollo del muro di Berlino,
in occasione di un anniversario di grande pregnanza storica: i 1200 anni appena trascorsi dalla morte di Carlo Magno, padre di quel Sacro Romano Impero che per primo cullò l’utopia di riunire l’Europa degli antichi fasti imperiali sotto il comune ombrello della cristianità.

Ravenna si ritrovò, ancora una volta, a giocare un ruolo di primo piano.
In qualità di ex capitale dell’Impero d’Occidente prima e dell’Esarcato poi, divenne ben presto musa ispiratrice della ricostituita autorità imperiale per volontà di Carlo Magno, abile ed ambizioso erede dei Merovingi che osò fregiarsi del diadema imperiale con la benedizione di papa Leone III.

L’Istituto Beni Culturali, patner italiano CEC, apre una finestra sulla grande storia attraverso le vicissitudini di Ravenna nella mostra “Imperiituro. Renovatio Imperii”, gettando l’occhio sui legami e le connessioni tra la città e i vari imperatori che si succedettero, da Carlo Magno alla casa di Sassonia.
Sotto la lente i rapporti tra Ravenna e la Roma secunda, Aquisgrana la nuova capitale dell’impero; tra Ravenna, antica capitale dell’Europa continentale e l’oriente sofisticato e prezioso di Costantinopoli; senza naturalmente trascurare di indagare gli esiti della ricerca documentale ed archeologica del territorio, primo fra tutti l’eccezionale complesso di San Severo in Classe.

Dislocata nelle sale di due sedi di grande prestigio del circuito culturale cittadino come il Tamo e la Biblioteca Classense, l’esposizione si avvale di supporti multimediali, materiali didattici e di una sezione dedicata ad un medioevo scrutato con gli occhi di grandi fummettisti: Lombardi, Palumbo e Costantini.

Imperiituro – Renovatio Imperii vi da appuntamento a Ravenna dal 4 ottobre 2014 al 6 gennaio 2015.
Ad arricchire ulteriormente l’offerta espositiva un interessante ciclo di conferenze:

9 ottobre 2014, ore 17 – Biblioteca Classense (Sala Muratori)
La “missione speciale” dell’Italia in Europa: ricostruire
la funzione civile del patrimonio culturale
Conferenza con Tomaso Montanari,
introduzione di Maria Pia Guermandi

14 ottobre 2014, ore 17 – Biblioteca Classense (Sala Muratori)
Carlo Magno, Ravenna e Aquisgrana
Conferenza con Antonella Ranaldi e Paola Novara

16 ottobre 2014, ore 17 – Biblioteca Classense (Sala Muratori)
Tra repubblica e impero: l’evoluzione del potere
Conferenza con Giovanni Brizzi

23 ottobre 2014, ore 17 – Biblioteca Classense (Sala Muratori)
Contemplare l’Antico e vivere il Medioevo nel Contemporaneo
Conferenza con Claudio Franzoni e Silvia Urbini

25 ottobre 2014, ore 18 – Artificerie Almagià, Via dell’Almagià 2 – Ravenna
A conclusione del ciclo di conferenze spettacolo teatrale
Gli Europeenses e l’Opera dei Pupi
coordinato dalla Casa delle Marionette/Teatro del Drago