mirtilli-e-yogurt-greco-dessert-perfetto-per-estate

Scritto da & Categoria Ricette.

Grazie alla sua consistenza cremosa, lo yogurt greco è una presenza in costante crescita sul nostro mercato; lo scorso anno, ad esempio, i consumi sono aumentati del 20%. Tecnicamente, questo latticino si chiama yogurt colato perché viene ottenuto grazie a una colatura ulteriore e più accurata rispetto alle due necessarie per lo yogurt classico; il resto della lavorazione è invece identico per entrambi i prodotti. Il latte pastorizzato viene fatto fermentare con l’aggiunta di batteri specifici; quindi viene omogeneizzato per eliminare i grumi, colato e, se necessario, aromatizzato. Nel caso della yogurt greco, la terza colatura elimina un ulteriore 15% di siero e conferisce al latticino la sua cremosità e la sua compattezza, oltre all’elevato contenuto di proteine (fino all’11% rispetto al 3% della versione classica).

Prepariamo insieme il dolce per l’Estate

Ingredienti:

-400 grammi di mirtilli;
-1 cucchiaio di succo di limone;
-60 grammi di zucchero a velo;
-8 grammi di gelatina;
-5 dl di panna fresca;
-250 grammi di yogurt greco;
-60 grammi di miele d’acacia.

 

Frullare 300 grammi di mirtilli con lo zucchero a velo e il succo di limone. Fare ammorbidire 4 grammi di gelatina nell’acqua, poi strizzarla, scioglierla in 3 cucchiai di panna tiepida e incorporarla al frullato di mirtilli.
Montare la panna rimasta (eccetto altri tre cucchiai) in una ciotola con la frusta elettrica. Quindi incorporarne metà al frullato di mirtilli, mescolare delicatamente e suddividere la crema ottenuta in 6 bicchieri.
Fare intiepidire il miele a bagnomaria, incorporare lo yogurt e la gelatina rimasta ammorbidita e sciolta nei 3 cucchiai di panna tenuti da parte; incorporare la panna montata rimasta e versare il composto nei bicchieri sopra quello ai mirtilli. Trasferire i bicchieri in frigorifero per almeno 6 ore in modo che le bavaresi si solidifichino. Togliere il dessert dal frigo, decorare con i mirtilli rimasti, completare, a piacere, con foglioline di menta e servire.

Photo credit: