lo-zenzero-proprietà-e-ricette

Scritto da & Categoria Ricette.

Profuma di limone ed è un must have in cucina anche in Italia al posto della cipolla nel soffritto o spremuto come condimento.

Lo zenzero veniva usato già in antichità come medicinale, specialmente in Oriente ma, grazie al suo gusto piccante e agrumato è stato subito importato in cucina.

Infatti, lo zenzero è presente in moltissime ricette tradizionali: dal curry indiano fino al gingerbread, tipico dolce natalizio.

Anche i ricettari contemporanei pullulano di zenzero: fresco a fettine, candito, secco oppure in polvere.

In Indonesia, Cina e Giamaica è di uso quotidiano ma è diventato di gran moda anche in Italia per le sue proprietà digestive e tonificanti.

Oltre ad essere delizioso da mangiare è anche ottimo da bere, si usa infatti per aromatizzare bevande come le classiche ginger ale e ginger beer inglesi. oltre a tisane e infusi consumati caldi o freddi.

Lo zenzero è un vero e proprio tesoro del sottosuolo, di cui si utilizzano i rizomi, ossia le sue radici.

Zenzero: Consigli Pratici

  • Al momento dell’acquisto scegli i rizomi dall’aspetto più fresco, caratterizzati da una buccia liscia e senza macchie, acquistandone pochi alla volta, per minimizzare gli sprechi;
  • Una volta giunti a casa, conservare il prodotto in frigo in un sacchetto di carta e, consumarlo preferibilmente entro tre settimane;
  • Se preferisci conservarlo il più a lungo possibile, lavalo, sbuccialo e riponilo a pezzetti  in freezer per tre mesi.

Zenzero: le Proprietà

Lo zenzero viene usato come antinfiammatorio naturale e digestivo ed è tra i più efficaci medicinali antinausea e antivertigine. Inoltre, con lo zenzero si possono trattare disturbi come il mal d’auto, il mal di mare, la nausea mattutina.

Lo zenzero è utile anche contro l’alitosi: può essere d’aiuto, infatti, sorseggiare acqua calda bollita per 10 minuti con zenzero fresco, un rimedio che favorisce la digestione e contrasta l’accumulo di tossine e la fermentazione batterica.

 

Fonte Notizia: Giallo Zafferano

Photo credit: